Recensione 1 di Il primo anniversario

Ecco la prima recensione per Il primo anniversario, raccolta gratuita di racconti erotici! Grazie mille, è stata una vera emozione leggere queste parole!


Amazon, Shalmira, 14 agosto 2017

Sarò sintetica, altrimenti scriverei una bibbia. Le raccolte non sono il mio tipo di lettura preferito, ma era gratis e di questo ringrazio Eroscultura e gli autori. Mi sembra quindi doveroso spendere qualche minuto per commentare ciò che ho letto. Scrivere commenti su dei racconti, soprattutto se sono di genere erotico (anche se non lo sono tutti, in realtà), è sempre rischioso. Se si assegnano voti alti si fa la figura delle allupate, se i voti sono bassi si passa per puritane. Cercherò quindi di spiegare le emozioni che ho vissuto grazie agli autori, poi tirerò le somme. Preciso che qualche refuso qua e là l’ho trovato, ma niente di disturbante e in genere i racconti sono scritti bene.
La promessa (Daniele Aiolfi) ☆☆☆☆ Eccitante e diretto, come solo un uomo sa essere. Mi è piaciuto molto.
Composizioni di piacere (Lavinia de Merteuil) ☆☆☆ Simpatico, ma per come è costruito il racconto, è troppo breve.
Natale (Rebecca Silva) ☆ Abbandonato. Non me ne voglia l’autrice, ma il romanesco non lo reggo.
La montagna incantata (Ilan Asmes) ☆☆☆ Molto d’atmosfera, romantico e surreale.
Il lungo addio (Domenico Luigi Cena) ☆ Dispersivo. Non ci ho capito il senso e l’ho abbandonato.
Ti ricordi di me? (Paola Renelli) ☆☆ Malinconico, mi ha intristito.
Qualcosa rimane (Rebecca Silva) ☆☆ Cos’è, un giallo? Non so, ma non ho apprezzato.
Balla, balla, ballerina (Grazia Belli) ☆☆ Paranormale e tristissimo.
La puttana (Andrea Lagrein) ☆☆ Lo stile è perfetto e intenso, ma il senso di questo racconto qual è? Deprimente.
Il serpente rosso (Valter Padovani) ☆☆☆☆ Esotico, misterioso, affascinante, bello! Bravo Valter.
Giochi di potere (Kiara Olsen) ☆☆☆☆☆ Adoro Kiara e questo è in assoluto il racconto migliore di tutti. Riesce a coinvolgermi e assorbirmi totalmente. Tra l’altro, nonostante la brevità, il finale “a sorpresa” non me lo aspettavo proprio.
L’esperto (Daniele Aiolfi) ☆☆☆ Stesso discorso fatto all’inizio.
La media dell’ebook è di poco superiore alle due stelline e mezzo, comunque vale la pena conservarlo sul kindle per il racconto di Kiara.

Annunci

Recensione 5 di Tu non esisti

Valentina Vitale, Blog and The City, 31/01/17

“Tu non esisti” è un libro tosto, molto tosto. Questa non è una storia d’amore, ma di crudeltà, dissoluzione e sadismo, dove in confronto Christian Grey è l’uomo perfetto e ideale. Un romanzo dai contenuti molto forti: torture, violenze fisiche e psicologiche, sevizie, un vero dark, una lettura non per tutti. La vicenda prende avvio con una descrizione notturna del mare sotto un cielo stellato, un’immagine che evoca silenzio, quiete, raccoglimento, infondendo serenità insieme ad un pizzico di malinconia, idillio che viene però spezzato dalla presenza di un elemento macabro che lascia presagire qualcosa di più oscuro. Il protagonista del romanzo è uno psicopatico, un killer, un uomo il cui ruolo nella società è una recita, una maschera che viene deposta solo nella sua abitazione: nella stanza dei giochi, “la tavernetta”, che non a caso, secondo il mio giudizio, si raggiunge scendendo verso il basso come a voler rappresentare l’inferno, una stanza in cui può soddisfare i suoi bisogni perversi e malati, la sua sete di sangue, sesso e violenza; un uomo crudele e sadico che ha rapito e plasmato con il terrore, le torture e il dolore ogni vittima, per trasformarla nel suo giocattolo e ucciderla nel caso non soddisfi le sue esigenze. Attraverso questa storia conosciamo una delle sue vittime, la cui identità verrà svelata solo verso la fine del romanzo, in quanto il protagonista ha come scopo quello di annientare e creare una nuova identità, alla quale la vittima deve adattarsi e piegarsi se vuole sopravvivere. Una vita scandita da regole ben precise, in cui perfino mangiare o andare in bagno viene trasformato in una tortura, in una punizione, costantemente controllata e incatenata nei modi più crudeli e umilianti, costretta a subire interventi e a sottostare agli ordini di un pazzo, che però ha accanto a sé personaggi altrettanto dissoluti, privi di sentimento e disumani. Il titolo “Tu non esisti” è l’emblema della condizione della vittima di questa storia, una donna che vive, ma che non esiste più, in quanto la sua identità è stata distrutta. Impossibile non rintracciarvi un parallelismo con il trattamento che i nazisti riservavano agli uomini e alle donne nei lager, così come non ho potuto non notare la somiglianza, immagino del tutto casuale, tra l’incubatoio, una stanzetta piccola, buia e fetida, con lo strozzatoio del film “Matilde sei mitica”. Parallelamente alla narrazione in prima persona del killer, di cui ho cercato per tutto il romanzo di scoprire l’identità, ma che la scrittrice si è divertita a celare depistando con falsi sospettati, abbiamo la narrazione in terza persona che riguarda un gruppo, 10 amici sbandati e superficiali: Beatrice, Rebecca, Gloria, Monica, Marina, Lucia, Stefano, Giacomo, Gabriele e Niccolò, le cui vicende finiranno per intrecciarsi con quelle del protagonista. Lo stile deciso e netto rende meno cruenta la narrazione, il fatto poi che la scrittrice non indugi più del necessario sulla descrizione delle violenze si contrappone al modo di operare del killer; inoltre ho ammirato l’autrice per la sua capacità di creare un personaggio così complesso dal punto di vista psicologico. La scrittrice tuttavia ha lasciato dei dettagli ed avvenimenti irrisolti, poco chiari, che mi hanno suscitato alcuni interrogativi, Il finale invece mi ha lasciato a bocca aperta. Visto il taglio della storia in parte me lo sarei dovuta aspettare.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Recensione 4 di Codice Orgasmo

Antonella, Amazon, 04/10/16

Non mi dilungo in parole, non intendo dimostrare di essere una recensitrice professionale. E RIBADISCO fino alla nausea, che le opinioni sono personali, quindi non fatevi fuorviare dalle Stelline, né le mie 5 né le altre.
Vi colpisce il titolo? Leggetevi la sinossi e il 10% di pagine gratuite che Amazon vi mette a disposizione e poi decidete di acquistarlo e leggerlo.
A me Codice Orgasmo è piaciuto moltissimo, un mix di poliziesco ed erotico che tiene sempre desta l’attenzione. È un racconto breve, sì, ma molto intenso e molto erotico.
Vi risulterà Acquisto non verificato, perché l’ho letto sul Kindle di un’amica che me lo ha suggerito, ma acquisterò sicuramente “Tu non esisti” della stessa autrice.
Kiara Olsen mi piace!

Recensione 1 di Prima di ieri

Shalmira, Amazon, 13/09/16

È sempre un piacere leggere Kiara. È scorrevole, concisa, realistica, va dritta al punto ed è eccitante nel modo giusto. Riesce a rendere l’universo maschile in maniera precisa e concreta e non vedo l’ora di leggere altro di suo! In questo racconto esplora il desiderio di sottomissione di uno slave e lo fa in maniera più che soddisfacente.

Recensione 2 di Codice Orgasmo

Cliente Amazon, Amazon, 01/07/16

Decisamente inferiore a Tutti non esisti, grandissima delusione. Racconto molto breve e la metà del libro non è altro che pubblicità ad altri racconti.

Mi spiace che il racconto non sia piaciuto.
Ma di racconto, appunto, si tratta, e non di romanzo. Quindi molto breve, comprensibile già dal prezzo di vendita.
Tengo a precisare che la pubblicità alla quale si riferisce l’anonimo Cliente Amazon è una scelta editoriale, ed è stata inserita su tutti i racconti pubblicati dalla Casa Editrice ErosCultura per promuovere e far conoscere ai lettori le opere dei suoi Autori.

Kiara

Recensione 3 di Codice Orgasmo

Shalmira, Amazon, 8 agosto 2016
La trama si presta bene al genere: la poliziotta Lisa viene rapita da un branco di malviventi e sfruttata come merce di scambio. Il merito di Kiara (pseudonimo di un’autrice che conosco) è quello di riuscire a farla sembrare credibile, pur con i traumi che subisce, poiché è una ragazza disincantata e per niente svenevole (e non solo per il lavoro che fa). Ce la presenta infatti in coppia con il collega Dario, che gioca sulle avance che le fa in maniera scherzosa, sapendo bene che non avrà mai una possibilità. Anche durante i momenti più disperati lei cerca sempre di memorizzare ogni dettaglio per riuscire a incastrare i malviventi, sempre se riuscirà a cavarsela, cosa di cui non si illude, ma per la quale non perde mai la speranza. Come si capisce bene dal titolo, è un romanzo erotico, perciò lo consiglio a chi ama il genere. Innanzi tutto l’ho terminato e questo è già un punto a favore. È breve, si legge bene e non ho trovato errori (forse un refuso, ma non me lo sono segnato, quindi non era niente di che). Spesso i romanzi erotici sconfinano nel bondage estremo giocando sul dolore e qui non accade, altro punto a favore per me. Le scene di sesso sono dettagliate e hanno tutte una spiegazione, non sono buttate lì a caso, e non c’è niente di particolarmente cruento a parte la violenza che viene usata nei confronti di Lisa, ma questo fa parte della trama. Sono contenta di averlo acquistato e spero che Kiara pubblichi altro di simile.

Mulini neri

mulinineri_sito-508x652

Mulini neri.
Il titolo di questo libro, magistralmente scritto dalla mia cara amica Nina Vanigli, non lascia presagire nulla.
Se non si conosce Nina, ovviamente.
Se non si è letta la sua opera precedente, La passione di Ornella.
Perché solo in questi casi si può osare spingere l’immaginazione oltre i limiti e intuire qualcosa.
Le famiglie che abitano nei mulini neri, anziché bianchi, esistono.
La storia, ricca di avvenimenti e di intrecci non solo sessuali, conduce il lettore dove Nina vuole: a un finale inaspettato, crudo, orribilmente reale.
Leggere Mulini neri non vi lascerà indifferenti: chiudere il libro vi sembrerà soltanto un voltare pagina. Un restare in attesa.
Di un qualcosa che non potrà più essere: né sesso, né vanità, né ego mostruosi, né incoscienza, solo semplice e cruda vita che continua.
Per qualcuno.

Attimi infiniti – The Book 2015

Attimi Infiniti
The Book 2015

di AA.VV.

The Book 2015 raccoglie i dodici racconti mensili – oltre al bonus track n.0 “Quel sabato sera”- pubblicati nel corso dell’anno all’interno del progetto Attimi Infiniti. Tanti modi per raccontare l’erotismo: romantico, crudo, passionale o leggero. Uomini e donne che hanno scritto senza tabù o inibizioni, tredici autori che hanno raccontato il loro personalissimo modo di vivere l’eros.

Disponibile in formato cartaceo e ebook su Amazon .

libro2015