Mio

Come pioggia gelata sul viso
mi colpisci e non capisci.

In un altrove lontano,
chiuso nella tua mente,
apri l’anima
e me la doni.

Un’anima da graffiare,
da prendere per mano,
da usare
e da amare.

Mordo tenere labbra
baciando soffici lacrime.

Annunci